Beauty Routine Viso - 1° parte - Mattina

martedì 4 aprile 2017 0 Comments A+ a-

Ciao a tutti!
Oggi vi parlo non di un singolo prodotto o di un unico brand, ma della mia beauty routine per la cura del viso.


Per approfondire l'argomento da un punto di vista più generale, capire cosa sono e a cosa servono i vari step, vi lascio il link di un post molto interessante scritto da PuraPelle sul sistema DETOCIN +.

DeToCIN + sta per:
De - detersione
To - tonificazione
C - contorno occhi
I - idratazione
N - nutrimento
+ trattamenti extra (esfoliazione, maschere, oli)

Ovvero gli step che dovrebbero far parte di una buona routine per la cura del viso.

Ed ecco qui la mia routine, partendo però da due domande fondamentali.

Com'è la mia pelle?
Una tipologia tra le più comuni, la classica pelle mista con la zona T un po' lucida, qualche impurità che ogni tanto torna a far visita e "segni del tempo" da prevenire (ho pur sempre 35 anni...).

Quali risultati voglio/vorrei ottenere?
Ovviamente cerco il massimo in fatto di idratazione e detersione.
Una pelle idratata e ben detersa (si, ma senza aggredirla..) è l'unica base possibile per cercare eventuali miglioramenti successivi, come maggiore luminosità, uniformità, compattezza e prevenzione anti-age (rughe e macchie in primis).

Passiamo ora ai vari step della mia routine..
AL MATTINO...

1° step - Detersione
Al mattino prediligo prodotti più delicati per la detersione del viso, perché alla fin fine devo solo rimuovere "la produzione notturna" (sebo, cellule morte et simili..) della mia pelle e proseguire poi con tutto quel che mi serve per affrontare la giornata (crema, make up e company).
Un prodotto che consente una buona detersione del viso in modo delicato e per affinità (cioè si utilizzano olio o sostanze simili al sebo e non tensioattivi). Lascia la pelle fresca e pulita, senza la sensazione di "pelle che tira" perché il manto idro-lipidico è preservato maggiormente che con i classici detergenti.
Da qualche tempo sto invece usando il gel detergente Fico e uva spina di Delidea.
Dovrebbe teoricamente essere un detergente pensato per pelli normali e secche (quindi più delicato e meno sgrassante) ma a me sembra solo il classico detergente gel che se mal dosato sgrassa pure un po' troppo. Certo non arriva ai "livelli super sgrassanti" di altri gel detergenti provati in passato (ad esempio quello di Viviverde o Naturaline) ma di "delicato" ha ben poco. Un buon profumo, ecco.. giusto quello.
Sto comunque continuando ad usarlo al mattino in quantità minime (è anche un po' difficile da dosare, perché il gel è molto compatto) mentre nel frattempo valuto con cosa sostituirlo. 
Potrei anche tornare alla crema detergente di Martina Gebhardt o ad altri detergenti provati in passato (ad esempio il mio adorato gel della Linea Bimbi di Biofficina Toscana) ma è anche interessante provare e valutare nuovi prodotti. In più andiamo incontro all'estate, quindi le esigenze un po' cambiano. Un altro gel? Una crema? Una mousse? Chissà.. 

2° step - Tonificazione
La mia tonificazione del mattino si riduce a semplice acqua termale spray. 
Con questo prodotto riduco i 'danni' causati dall'acqua corrente troppo calcarea. Mi aiuta a lenire, rinfrescare, decongestionare e disarrossare il viso (anche per lo sfregamento del viso con l'asciugamano... son delicata io..). 
L'acqua termale è un prodotto che mi accompagna ormai da anni. Utilissimo non solo al mattino, ma anche per rinfrescare il viso durante il giorno. Il top che non può mai mancare d'estate!
Ho provato l'acqua termale di vari brand: Evian, Avéne e Jonzac.
L'acqua termale Evian è la più economica ma non regge il confronto con le altre due.
La vaporizzazione non è eccelsa, quindi le goccioline che arrivano sul viso lo bagnano troppo ed evaporando lasciano un po' la sensazione di pelle che tira (e quindi bye bye tonificazione). L'acqua poi mi sembra normale acqua in bottiglia e non acqua termale, ovvero più ricca di sali minerali e con un sapore un po' più salmastro.
Trovo quindi sia adatta solo per rinfrescare il viso durante le assolate giornate estive, comoda anche con il formato travel size.
Le acque termali Avéne e Jonzac invece se la giocano alla grande entrambe. Ottima nebulizzazione, migliore qualità dell'acqua e quindi un effettivo potere lenitivo e tonificante.
Formato vendita maxi da 300 ml che vi farà sembrare il prodotto eterno (un flacone mi dura circa un anno, pur con un utilizzo quotidiano). Avéne ha anche un flacone da 150 ml ed uno mini da 50 ml, ottimo da riporre in borsa. Anche il prezzo è simile (circa 9 €), ma l'acqua Avéne si trova spesso in offerta in farmacia e parafarmacia (es. confezione da 150 ml con la mini da 50 ml in omaggio).
Punto in favore di Jonzac: la maggior presenza di elementi sulfurei nell'acqua che la rendono lievemente astringente. Ma alla fin fine parliamo di sottigliezze...

3° step - Contorno occhi
Il contorno occhi può sembrare un'inezia (per la serie.. "ma si chissene.. metto un po' di crema anche lì e via..") ma in realtà è fondamentale se si vuole preservare e proteggere questa piccola ma delicata parte del viso. 
Fortunatamente il mio contorno occhi non ha particolari inestetismi e/o problematiche da combattere, necessità più che altro di una buona idratazione e di qualche attenzione in più in caso di gonfiore dovuto a stanchezza, stress, ormoni, allergie o altro. 
Prediligo sicuramente prodotti leggeri e non troppo grassi, altrimenti ottengo l'effetto opposto: contorno che tende a gonfiarsi, maggiore lacrimazione e alla lunga anche la comparsa di piccoli grani di miglio.
Ammetto di non usare da molto tempo e con costanza il contorno occhi, e vista la durata eterna di questo tipo di prodotti (pur essendo di solito in piccole confezioni da 15-20 ml) e aggiungendo anche che detesto avere più di una confezione aperta in contemporanea, non ho avuto modo di provarne poi molti..
In passato ho usato il contorno occhi Antos (bocciato bocciato.. nessun effetto idratante e/o di riduzione del gonfiore, praticamente acqua fresca...), Alverde (nello specifico quello alle bacche di goji; troppo grasso per me, tendeva a farmi lacrimare con conseguente gonfiore) e Fitocose all'hamamelis (valido per i gonfiori, ma un po' scarso per idratazione) che non ricomprerei.. 
Due prodotti invece per me ottimi sono:
- il contorno occhi di Biofficina Toscana (emulsione leggera con buon effetto idratante, sensazione di freschezza e valido aiuto in caso di lieve gonfiore) 
Quest'ultimo ha sicuramente una marcia in più, soprattutto per contrastare le piccole rughe del contorno occhi ed avere un buon effetto tensore.
Costicchia un po' (circa 35 €) ma sicuramente vale ogni centesimo. Viste però le esigenze per il momento esigue del mio contorno occhi, non l'ho comprato di mia sponte. Ho avuto modo di provarlo perché era uno dei prodotti presenti in una box acquistata sul sito "Una donna vagabonda".
Al momento invece le mie esigenze sono pienamente soddisfatte dal contorno occhi di Biofficina Toscana, più a buon mercato, ma ugualmente valido. Contorno occhi idratato, nessuna pesantezza o sensazione di gonfiore e nessun effetto collaterale spiacevole (rossore, bruciore ecc..). 
Un mio cruccio, per un eventuale prossimo acquisto, è quello di provare un contorno occhi roll-on che potrebbe risultare di più pratica e veloce applicazione.

4° step - Idratazione
L'idratazione è il non plus ultra della cura del viso, seconda sola alla detersione. Spesso anche un po' "la bestia nera" della routine perché è davvero difficile trovare un prodotto che dia il giusto apporto di idratazione, che non appesantisca troppo la pelle (pena l'insorgere di impurità), che sia di aiuto per la prevenzione di rughe e affini, che doni luminosità al viso.. insomma "per i miracoli ci stiamo attrezzando".. 
Siccome trovare tutto in un solo prodotto è più unico che raro, io prediligo da tempo la combo siero + crema. Imprescindibili entrambi durante tutto l'anno, tranne che per i mesi estivi, quando qualsiasi crema mi da una sgradevole sensazione di oppressione (e utilizzo quindi perlopiù solo il siero).

Per chi non lo sapesse, il siero altro non è che una soluzione acquosa ricca di sostanze funzionali di vario genere (purificanti, antiossidanti, liftanti, illuminanti, schiarenti) a seconda delle proprie esigenze. Una sorta di fluido concentrato super attivo.
Per molto tempo (praticamente da quando sono comparsi sul mercato) ho usato i sieri di Biofficina Toscana: il riequilibrante e l'antiossidante. Entrambi splendidi prodotti ricchi di sostanze funzionali.
Il siero riequilibrante è davvero ottimo da usare in estate (anche da solo); lenitivo, diminuisce gli arrossamenti e dona un aspetto fresco al viso.
Il siero antiossidante è molto versatile ed un valido alleato contro i segni del tempo; ricco di acido ialuronico, con
uviox-oleox, bisabololo e vari altri estratti utili per le pelli più spente.
Ho adorato questi sieri e li ho da sempre utilizzati quotidianamente.
Da un mesetto circa però (lo ammetto) li ho traditi per usare anche qualcosa di nuovo...
Al momento quindi sto provando un nuovo prodotto: il siero con acido ialuronico e vitamina C di Poppy Austin (un brand di cosmesi biologica made in USA in vendita su Amazon).
E' un siero ricco di acido ialuronico, vitamina C ed altre sostanze antiossidanti. Per il momento mi sta piacendo molto, vedo che la mia pelle risponde bene e appare più luminosa. Mi interessava molto trovare un prodotto che contenesse tra le altre cose anche la vitamina C, per preparare la pelle alla maggiore esposizione al sole del periodo estivo. Vedrò col tempo se il siero di Poppy Austin mi conquisterà al 100% o se cercherò altro..

La crema viso che invece mi ha già conquistato da un po' (la utilizzo da settembre e sono già alla 2° confezione) è la crema Purificante Opacizzante della linea "Pure" di Jonzac.
E' una crema leggera, adatta alle pelli miste e grasse; idrata senza risultate pesante, aiuta ad opacizzare le zone più grasse, ma nel contempo risulta lenitiva anche per le zone più delicate.
Trovo sia un ottimo prodotto, con anche un buon rapporto qualità-prezzo. Certo non è ricca di sostanze funzionali, ma svolge egregiamente il suo lavoro di "idratante" abbinata a sieri più ricchi e pregiati.
Da adesso in avanti, con l'incalzare della bella stagione, vedrò se questo amore con la mia pelle continuerà, se dovrò sospenderla del tutto (come ho sempre fatto con le creme in passato) o se dovrò usarla solo sulle zone più bisognose di idratazione.

E qui termina la mia routine viso del mattino..
Nel prossimo post (clicca qui >>>) vi parlerò di come proseguo di sera con la cura del viso (struccante, detergente, Clarisonic) e di alcuni trattamenti extra che effettuo settimanalmente.. 

Grazie per aver letto il post..

Alla prossima...


Angie ^_^


 





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...